Iscriviti alla newsletter

Sfoglia il giornale ovunque tu sia e in qualsiasi momento, iscriviti alla newsletter per ricevere ogni settimana Tempo sulla tua e-mail.

×
Il prefetto ha presieduto a Carpi il Comitato per l'ordine e la sicurezza
Carpi | 17 Febbraio 2017

Nella mattinata del 15 febbraio il Prefetto di Modena Maria Patrizia Paba, ha presieduto una riunione del Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica presso il Comune di Carpi, finalizzata ad una verifica della situazione generale della sicurezza nel territorio dell’Unione delle “Terre d’Argine”.

All’incontro hanno partecipato, oltre al Questore, al Comandante provinciale dei Carabinieri, al Comandante provinciale della Guardia di Finanza, anche i Sindaci di Carpi, Campogalliano, Novi e Soliera.

La riunione è seguita a recenti occasioni di interlocuzione sui temi della sicurezza avute dal Prefetto con i Sindaci dell’Unione, che hanno trovato un momento di sintesi nell’odierno incontro consentendo al Comitato di effettuare una panoramica complessiva della situazione nei territori dei quattro Comuni, anche grazie al contributo di conoscenza e di analisi degli stessi Amministratori espressi nei rispettivi interventi.

In particolare, è stato oggetto di approfondita discussione e di condivisione il tema del coinvolgimento di tutti i soggetti, istituzionali e non, nella “filiera della sicurezza”, promuovendo, nell’ambito delle Comunità locali, strategie per avvicinare ulteriormente gli Organismi pubblici al cittadino.

Ciò nella considerazione che la carta vincente per i territori è una “rinnovata alleanza”” tra Istituzioni statali, Amministrazioni comunali, cittadini e loro associazioni o organizzazioni.

In tale direzione è stata pienamente condivisa una pluralità di indirizzi e iniziative. In primo luogo occorrerà consolidare ulteriormente la tendenza a denunciare i reati subiti, anche se di modesta gravità. Inoltre è stata valutata favorevolmente la promozione della installazione di misure di difesa e l’ampliamento dei dispositivi di videosrveglianza attivati dalle amministrazioni. Al riguardo il Prefetto ha assicurato la massima celerità nell’esame da parte del Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica dei progetti relativi agli impianti stessi.

I Sindaci dell’Unione “Terre d’Argine” hanno, inoltre, favorevolmente valutato l’ipotesi di applicazione nei rispettivi territori del protocollo “Mille occhi sulla città”, in fase di rinnovo fra la Prefettura ed il Comune di Modena, che coinvolge il settore della vigilanza privata nell’azione di prevenzione, concorrendo a rafforzare l’efficacia complessiva del generale dispositivo di sicurezza.

Sul piano operativo, il Comitato ha concordato strategie tese ad una sempre più efficace ottimizzazione del generale dispositivo di sicurezza attraverso la razionalizzazione dell’impiego delle risorse umane e materiali a disposizione ed una costante sinergia fra le Forze di polizia statali e municipali, nel segno delle esperienze sperimentate con buoni risultati.

Con riguardo al tema dell’introduzione e dell’esercizio di forme di cosiddetto controllo di vicinato, il Prefetto ha annunciato che è in corso l’elaborazione di linee guida comuni da fornire ai Sindaci per assicurare profili di applicazione omogenei di tale modalità che vede il cittadino protagonista di nuove espressioni di coesione sociale e di proficua collaborazione con le Istituzioni statali e locali preposte alla sicurezza.

Non si mancherà, inoltre, di portare avanti ulteriormente le campagne informative volte alla prevenzione delle truffe agli anziani e della violenza nei confronti delle donne, nonché a sensibilizzare i giovani su argomenti di particolare attualità quali, ad esempio, il cyberbullismo.

Il Prefetto ha ribadito anche ai Sindaci dell’Unione “Terre d’Argine” la massima attenzione al tema dei controlli nei cantieri, particolarmente quelli della ricostruzione successiva al terremoto con riferimento alle diverse possibili irregolarità ed ai pericoli di infiltrazione della criminalità organizzata attraverso l’azione della Guardia di Finanza, oltre che delle ASL, dell’INAIL, dell’Ispettorato del Lavoro e delle Forze di polizia.

Al riguardo il Prefetto ha raccomandato di tenere alto il livello di sensibilità da parte di cittadini ed imprenditori verso ogni elemento che possa essere sintomatico di distorsioni nella libera concorrenza o inquinamenti dell’attività economica.

Inoltre il Prefetto ha assicurato che proseguirà la massima attenzione a tutti gli aspetti concernenti le sistemazioni logistiche delle Forze di polizia per garantire la più adeguata corrispondenza delle stesse alle esigenze operative.

Infine, con il contributo di delegati dal Vescovo di Carpi Monsignor Francesco Cavina, invitati alla riunione, è stato affrontato l’argomento della programmata, solenne cerimonia di inaugurazione della Cattedrale di Carpi al termine dei lavori di restauro e ripristino dopo i danni del sisma del maggio 2012.

In proposito è stato condiviso l’avvio di un percorso costruttivo e collaborativo finalizzato a far sì che l’importante evento si svolga nella necessaria cornice di sicurezza e tranquillità.

 


Ultime notizie

Scarica l'App
Il giornale
in edicola
Sfoglia il giornale
Rubriche del Tempo
Altre notizie