Iscriviti alla newsletter

Sfoglia il giornale ovunque tu sia e in qualsiasi momento, iscriviti alla newsletter per ricevere ogni settimana Tempo sulla tua e-mail.

×
Il valore aggiunto dell'esperienza europea
Carpi | 14 Maggio 2018

Nell’ambito del progetto Erasmus+ KA1, che propone ai docenti esperienze di mobilità trasnazionale nel settore istruzione e formazione professionale, il Liceo Fanti ha organizzato tre giorni di incontri e laboratori a Carpi dal 3 al 5 maggio dal titolo ‘Innovare per motivare. Creatività e internazionalizzazione nella scuola del XXI secolo’. Una delle fasi previste dal progetto è infatti quella della disseminazione, tramite la quale si portano a conoscenza del territorio le esperienze del progetto finanziato con fondi europei: sono state così condivise con altri colleghi le conoscenze acquisite nei vari contesti scolastici (Finlandia, Spagna, Regno Unito, Austria) con la testimonianza diretta dei protagonisti di tali esperienze professionali in ambito europeo, a cui si sono aggiunte le esperienze di accoglienza. La tre giorni si è conclusa sabato 5 maggio presso la Sala delle Vedute di Palazzo Pio con un convegno a cui sono intervenuti vari relatori esperti in tematiche di internazionalizzazione e innovazione didattica.

L'attachée all'Ambassade de France di Firenze, Mme Florence Bonnand, ha insistito sulle opportunità dell’Esabac, il duplice diploma che si può conseguire in scuole superiori francesi e italiane, tra cui anche il Liceo Fanti: al termine di un percorso bilingue triennale del secondo ciclo di istruzione, l’Esabac permette di conseguire simultaneamente il diploma di Esame di Stato italiano e il Baccalauréat francese.

Richard Rice, professore di Inglese e metodologia CLIL presso l’Università di Bologna, ha coinvolto il pubblico ribadendo l’ìmportanza dell’insegnamento di una disciplina in lingua straniera (obbligatorio nell'ultimo anno dei licei e istituti tecnici mentre nei Licei Linguistici l’insegnamento è previsto a partire dalla classe terza in una lingua straniera e dalla classe quarta in un’altra lingua straniera).

Anche gli studenti hanno avuto la possibilità di intervenire riportando alcune esperienze particolarmente significative come quella del Mep, Model European Parlament, illustrata da Bianca Pescetelli e Luca Ugoni mentre la studentessa francese Alice Cherki, che al Fanti frequenta la classe terza, ha parlato del suo anno sabbatico a Carpi.

Il dirigente scolastico del Fanti Alda Barbi ha sottolineato la capacità della scuola di aprirsi a nuove realtà diverse dal contesto locale offrendo a docenti e studenti occasioni di confronto personale, sociale e culturale, attivate per mezzo di esperienze e scambi internazionali. “Questa finestra sull’Europa consente di orientarsi in modo più adeguato nel mondo in cui viviamo”.

 


Ultime notizie

Scarica l'App
Il giornale
in edicola
Sfoglia il giornale
Rubriche del Tempo
Altre notizie