Iscriviti alla newsletter

Sfoglia il giornale ovunque tu sia e in qualsiasi momento, iscriviti alla newsletter per ricevere ogni settimana Tempo sulla tua e-mail.

×
La grande storia dei piccoli matematici delle Pio
Carpi | 18 Maggio 2019

Da ormai dieci anni gli studenti della Scuola Alberto Pio si distinguono a livello nazionale partecipando alle Olimpiadi di Matematica e i trofei sono esposti nell’ufficio di presidenza: nel 2019 non si sono smentiti e hanno mantenuto viva la tradizione.La scuola secondaria di primo grado Pio ha conquistato, infatti, la qualificazione alla fase internazionale delle gare di matematica a squadre dopo aver brillantemente superato la finale nazionale della Coppa Kangourou 2019 svoltasi il 3 e 4 maggio a Cervia e a cui hanno partecipato due squadre. I concorrenti Emilio Landini, Ginevra Lugli, Mattia Lugli, Matilde Tegani, Chiara Annovi, Mingda Jin, Mario Tommaso Ghizzoni, Samuele Bassoli, Giuseppe De Finis, Diego Soncini, Anna Frignani, Elisa Vanzini, Alessandro Campedelli, Lorenzo Ballestrazzi sono stati accompagnati dalle docenti Mariangela Lugli, coordinatrice e referente storica del progetto, e Francesca Lorenzini. “Da quando il Liceo Fanti, in collaborazione con Unimore, organizzò la Coppa Cartesio nel 2008, le Alberto Pio hanno sempre incentivato la partecipazione degli studenti delle classi prime, seconde e terze per valorizzare le loro capacità: quest’anno nell’ambito dell’intero Istituto Comprensivo sono stati coinvolti complessivamente 189 alunni. Nella competizione individuale spiccano i più ‘dotati’ in matematica ma nella gara a squadre attraverso il divertimento e il gioco emerge l’importanza della collaborazione nella soluzione dei problemi e l’utilità di correggere i propri errori attraverso il confronto” afferma la professoressa Lugli. Nel mese di ottobre hanno avuto inizio gli allenamenti, una volta alla settimana, ogni venerdì. Il successo nell’ambito della fase interprovinciale a Modena ha consentito alle due squadre di partecipare alla fase nazionale a Cervia. Il secondo posto conquistato da una delle due squadre consentirà agli studenti di accedere alla fase internazionale online per giocarsi l’Eurocup insieme a sloveni, spagnoli e francesi.

Sara Gelli


Ultime notizie

Scarica l'App
Il giornale
in edicola
Sfoglia il giornale
Rubriche del Tempo
Altre notizie