Iscriviti alla newsletter

Sfoglia il giornale ovunque tu sia e in qualsiasi momento, iscriviti alla newsletter per ricevere ogni settimana Tempo sulla tua e-mail.

×
Un intervento eccezionale all’Ospedale di Carpi
Carpi | 14 Giugno 2019

Un intervento chirurgico unico nel suo genere per la provincia di Modena è stato effettuato nei giorni scorsi all’Ospedale Ramazzini di Carpi su un uomo di 46 anni, residente nella Bassa modenese. La complessa operazione, necessaria per asportare una metastasi ossea a livello dell’omero sinistro con conseguente innesto di protesi modulare, è stata effettuata al Ramazzini grazie al percorso avviato da un team multidisciplinare, formato da oncologi e ortopedici dell’Azienda Usl di Modena, in collaborazione con l’Istituto Ortopedico Rizzoli di Bologna, struttura d’eccellenza a livello mondiale. In sala operatoria erano presenti, tra gli altri, Costantino Errani, medico ortopedico della Clinica 3 del Rizzoli diretta dal Prof. Davide Maria Donati, Fabrizio Artioli, direttore della Struttura Complessa di Medicina Oncologica Area Nord dell’Ausl di Modena, Saverio Luppino, direttore della Struttura Complessa di Ortopedia Ausl, e Alberto Ferrari, medico ortopedico del Ramazzini.
Durata oltre due ore, la delicata operazione si inserisce nell’ambito del Percorso diagnostico terapeutico assistenziale (Pdta) sulle metastasi muscolo-scheletriche per l’Area Vasta Emilia Est, il cui referente è l’Istituto Ortopedico Rizzoli. Una patologia, quella delle metastasi ossee, in costante crescita: ogni anno sono oltre 35mila i nuovi casi registrati in Italia, di cui circa 400 in provincia di Modena. Numeri che hanno spinto i professionisti a fare rete, promuovendo un approccio collegiale a tutto vantaggio dei cittadini e della qualità delle cure.

 


Ultime notizie

Scarica l'App
Il giornale
in edicola
Sfoglia il giornale
Rubriche del Tempo
Altre notizie