Iscriviti alla newsletter

Sfoglia il giornale ovunque tu sia e in qualsiasi momento, iscriviti alla newsletter per ricevere ogni settimana Tempo sulla tua e-mail.

×
Dopo gli States, i Klogr ripartono dall’Europa
Carpi | 13 Dicembre 2012 S = K log R. E’ dalla legge di Weber-Fechner che nasce il nome dei Klogr, progetto musicale sospeso tra alternative rock e post grunge, con qualche pennellata metal. La formazione, italianissima ma dal respiro internazionale, è capitanata dal 35enne carpigiano Gabriele “Rusty” Rustichelli (producer della label ZetaFactory, nonché ex dei bolognesi SensAzionE) e ha un sound potente, ricercato, che spazia da momenti heavy a momenti più melodici. Contrasti che si rilevano anche nei testi, che risuonano nelle nostre orecchie come una sfida lanciata alla cultura contemporanea, dove apparenza e profitto imperano, condizionando inesorabilmente l’individuo. Soffocandolo. Testi da scoprire anche grazie alla voce di Rustichelli, maestro nel modulare ed estendere le note, spesso graffiate. Gridate. Una voce, la sua, dalle molteplici sfumature e dai molti colori. “I Klogr sono nati come un progetto aperto e condiviso tra artisti provenienti da differenti esperienze e percorsi musicali. Attualmente - spiega Rustichelli, voce, chitarrista e anima del gruppo - collaboro con un trio di musicisti della band modenese Timecut”. Till You Turn è il titolo del nuovo Ep dei Klogr, registrato interamente allo Zeta Fatory di Carpi e mixato tra l’Italia e Los Angeles, in uscita a gennaio 2013 e anticipato dal singolo King Of Unknown. Questo secondo capitolo della band giunto dopo Till You Decay (che ha debuttato live lo scorso 11 novembre 2011 ai Vizi del Pellicano di Correggio e presentato in giro per gli States) verrà stampato in due versioni, prosegue il cantante e musicista. “Un’edizione speciale (150 pezzi numerati) su chiavetta Usb con 7 brani, 4 inediti e 3 live, e l’altra su cd e dvd con l’intero video live dell’11-11-11 Ground Zero1st show”. Il nuovo lavoro, dinamico e variegato, vanta poi interessanti collaborazioni: due brani prodotti da Olly dei The Fire, un brano suonato da Maki (bassista dei Lacuna Coil), due brani prodotti dalla Dysfunction e mixati con la collaborazione di Logan Mader e un feat. di Paolo Valli alla batteria. Dopo una decina di concerti negli Stati Uniti, i Klogr, conosciutissimi nel panorama indipendente internazionale, sono pronti per una tourneè che li porterà in giro per l’Europa e l’Italia. “A giugno rientreremo in studio - conclude Rustichelli - per lavorare a dei pezzi nuovi”. Jessica Bianchi

Altre notize della rubrica Carpi

Scarica l'App
Il giornale
in edicola
Sfoglia il giornale
Rubriche del Tempo
Altre notizie